You are here:

Cos’è la magnetoterapia con solenoide?

La magnetoterapia con solenoide è un trattamento fisioterapico che sfrutta l’applicazione di campi magnetici.

La stimolazione magnetica tramite solenoide è stata originariamente sviluppata per stimolare il sistema nervoso centrale e periferico. Più recentemente è stato proposto di promuovere la neuromodulazione e l’allenamento fisico del muscolo scheletrico lesionato. 

Come funziona la magnetoterapia con solenoide?

La magnetoterapia produce artificialmente campi magnetici per stimolare la riparazione tessutale grazie all’azione antiflogistica e antiedemigena.

I solenoidi sono dei conduttori metallici di forma cilindrica all’interno del quale viene posizionato il paziente. Essi generano un campo magnetico producendo effetti sulle cellule del sistema immunitario e sul circolo, con azione riparativa e rigenerativa dei tessuti cutanei, muscolari ed ossei.

La magnetoterapia trova applicazione soprattutto nel trattamento di infiammazioni, deficit vascolari e funzionali.

Quali sono i suoi benefici?

La magnetoterapia migliora le funzioni della cellula grazie ad un uso maggiorato di ossigeno e aumenta la vascolarizzazione e l’attività biologica.

Le nostre cellule presentano infatti una determinata carica elettrica, che si riduce in caso di afflizioni patologiche. In questi casi, la membrana cellulare subisce una depolarizzazione, responsabile del dolore e dell’infiammazione. Gli impulsi elettromagnetici hanno la funzione di ripolarizzare la membrana cellulare, ripristinandone il fisiologico funzionamento e ristabilendo l’equilibrio biochimico delle cellule.

La magnetoterapia mira a estendere i benefici della termoterapia endogena ove essa perda di efficacia, come nelle situazioni di:

  • Artrosi
  • Neuriti
  • Flebiti
  • Tendiniti
  • Stiramenti muscolari
  • Disturbi articolari
  • Malattie reumatiche
  • Traumi 
  • Ulcere

I benefici derivanti da questo trattamento prevedono inoltre un miglioramento nella rigenerazione muscolare, una riduzione dell’atrofia muscolare post-traumatica, un aumento di volume del tessuto indenne, un miglioramento della forza contrattile muscolare e la crescita interna dei nervi.


Possibili controindicazioni

Trattandosi di una cura mediante campi magnetici, per alcune categorie è sconsigliato sottoporsi a magnetoterapia, come i pazienti dotati di pacemaker, i soggetti cardiopatici, le donne in stato di gravidanza, i soggetti con protesi metalliche e i pazienti con neoplasie accertate.

Il Centro di Fisiokinesiterapia D’Arpa a Palermo mette a disposizione una serie di trattamenti fisioterapici all’avanguardia, tra cui la magnetoterapia con solenoide e la magnetoterapia a placche.

Contattaci per maggiori informazioni

Galleria fotografica

Articoli correlati

Dalla fisiatria alla fisiokinesiterapia, dalla cardiologia alla medicina dello sport: uno spazio dedicato a novità, aggiornamenti e approfondimenti sui settori di nostra specializzazione.

Articoli correlati

Dalla fisiatria alla fisiokinesiterapia, dalla cardiologia alla medicina dello sport: uno spazio dedicato a novità, aggiornamenti e approfondimenti sui settori di nostra specializzazione.