You are here:

Cosa sono le contratture muscolari? Sintomi e trattamenti

Le contratture sono dei fastidiosi disturbi muscolari che possono colpire diverse parti del corpo.

Una contrattura muscolare è una condizione fisica caratterizzata da una contrazione involontaria e persistente dei muscoli scheletrici. Essa può interessare un singolo muscolo o un gruppo di essi e si verifica quando il tessuto muscolare subisce una sollecitazione particolare, magari causata da un movimento brusco o da uno sforzo intenso, al di là del limite di sopportazione fisiologica.

Le fibre muscolari aumentano in maniera improvvisa il loro tono, mantenendosi in costante tensione e causando dolore. 

Quali sono le cause?

Le contratture muscolari possono avere origine da cause differenti: movimenti bruschi, sforzi intensi. Nel caso dell’attività sportiva, un clima rigido, un eccessivo allenamento e la mancanza di riscaldamento solitamente portano gli sportivi ad avere delle contratture. 

Altre possibili cause sono da rintracciare in una cattiva vascolarizzazione, in particolari condizioni di fatica o in un’eccessiva tensione emotiva. Anche le donne in dolce attesa possono subire delle contratture, soprattutto nella zona lombare, causate dal peso eccessivo del pancione.

Quali sono i principali sintomi di una contrattura?

I muscoli affetti da contrattura appaiono rigidi, si avverte un dolore diffuso, spontaneo o evocato (nel caso in cui si generi in seguito a movimenti o palpazione). Generalmente una contrattura muscolare causa un aumento del tono muscolare, gonfiore tensione e difficoltà nello svolgimento di alcuni movimenti.

Come intervenire?

La contrattura muscolare è un tipo di lesione fastidiosa ma non grave, che generalmente si risolve in un breve periodo che va da 1 a 7 giorni in seguito ad un trattamento conservativo (riposo ed interruzione dell’eventuale attività fisica) talvolta accompagnato dall’assunzione di analgesici o antinfiammatori, dietro prescrizione medica. 

Per accelerare i tempi di guarigione, nel caso in cui il medico lo ritenga opportuno a seconda della categoria della contrattura, è necessario sottoporsi a trattamenti fisioterapici. Tra i più indicati, la massoterapia, con massaggi decontratturanti, la tecar terapia e la terapia a onde d’urto radiali, che riduce la tensione muscolare.

I massaggi, rigorosamente eseguiti da esperti, aumentano il flusso sanguigno, migliorando il recupero dei tessuti, rilassano il muscolo e riducono il dolore.

Contattaci per maggiori informazioni

Galleria fotografica

Articoli correlati

Dalla fisiatria alla fisiokinesiterapia, dalla cardiologia alla medicina dello sport: uno spazio dedicato a novità, aggiornamenti e approfondimenti sui settori di nostra specializzazione.

Articoli correlati

Dalla fisiatria alla fisiokinesiterapia, dalla cardiologia alla medicina dello sport: uno spazio dedicato a novità, aggiornamenti e approfondimenti sui settori di nostra specializzazione.