News

Sport estivi: i nostri consigli per fare attività fisica in sicurezza

Tempo di lettura stimato 2,4 min.

L’arrivo dell’estate è spesso un importante spartiacque che divide gli atleti in due categorie: coloro che rimangono attivi, magari intensificando addirittura la propria routine, e coloro che vengono sopraffatti dal caldo e rallentano le proprie abitudini. L’attività fisica è importante per il benessere psicofisico ed è fondamentale che venga svolta con costanza e dedizione. 
Allenarsi in estate spesso è faticoso. Le giornate più lunghe, però, potrebbero servire per alcuni anche da stimolo, spingendo l’atleta a dedicare qualche ora in più alla corsa e all’attività all’aria aperta.

Consigli per allenarsi in sicurezza: alimentazione

Persino l’atleta più esperto non è esente dal rischio di sentirsi male a causa del caldo estivo. È assolutamente fondamentale che qualsiasi allenamento (così come le normale attività quotidiane) sia accompagnato da una corretta idratazione, che possa reintegrare i liquidi persi a causa della sudorazione più intensa. Il sudore non è solo responsabile della perdita di acqua, ma con essa se ne vanno anche una buona dose di sali minerali. Per far fronte a questo problema è importante l’utilizzo di integratori alimentari durante l’attività, così da ristabilire gli equilibri idrosalini del corpo.
Riguardo l’alimentazione è importante non lasciarsi sopraffare dal caldo, assumendo tutte le calorie ed i macronutrienti necessari ad affrontare la giornata, nonostante l’afa e le alte temperature che spesso possono inficiare sul senso di fame. Sono preferibili alimenti leggeri e facilmente digeribili, dal basso indice glicemico e ricchi di sali minerali e vitamine.
Durante lo svolgimento di un’attività fisica, specie di lunga durata, è consigliato avere a portata di mano una riserva di energie (sia una barretta o una bustina di zucchero) per contrastare eventuali cali di pressione e cali glicemici nel bel mezzo dell’allenamento.

Abitudini e precauzioni

Evitare le ore più calde della giornata è un consiglio ormai standard e il caldo spesso è talmente intenso da rendere faticoso persino uscire di casa. Qualora la pausa pranzo fosse l’unico momento disponibile è importante preferire un’attività al chiuso dove è disponibile un sistema di climatizzazione attivo. 
Un abbigliamento idoneo è fondamentale per allenarsi in estate, sia dal punto di vista della traspirazione, sia per proteggere la pelle da irritazioni e sfregamenti a causa dell’eccessiva sudorazione. Nel caso dell’attività all’aperto, specialmente in montagna dove il caldo non è un campanello d’allarme, non bisogna mai dimenticarsi di utilizzare la crema solare protettiva. Un’esposizione diretta e prolungata al sole può causare non solo bruciatore e irritazioni, ma può anche portare a melanomi.
Il riscaldamento dovrebbe essere svolto prima di ogni attività, ma spesso viene lasciato in secondo piano; in estate però è ancora più importante per portare il corpo in uno stato ottimale che possa favorire lo svolgimento di un allenamento intenso. Deve essere inoltre associato ad una sessione di allungamento muscolare a fine attività.
Se l’allenamento risultasse troppo pesante potrebbe anche essere necessario prendersi delle pause, senza intestardirsi sul voler mantenere il livello della performance. Lo sport è votato al benessere e deve essere associato ad uno sforzo sano, mirato allo star bene.

Articoli correlati

  • Tendinite o tendinopatia del tendine Achille

  • Prevenzione cardiovascolare: come si esegue l’elettrocardiogramma?

  • Tendinite al gomito: epicondilite ed epitrocleite

  • Come si svolge una visita specialistica fisiatrica?